10 luglio 2013

Dall'articolo apparso oggi sul portale di informazione Ticinonline:

"Anche in vacanza i ticinesi attaccati al cellulare per il superiore.

Un lavoratore svizzero su due anche in vacanza non stacca del tutto, rimanendo raggiungibile per il proprio datore di lavoro tramite smartphone o laptop. Per più di uno svizzero su quattro, tuttavia, l’utilizzo di smartphone va a scapito del relax." 
Leggi l'articolo completo.
 
tio.ch
 
L'articolo proposto parla di un sondaggio realizzato in Svizzera ma penso che questa situazione sia presente anche in altre nazioni. Tutto dipende dalla propria azienda, dal proprio capo e dal proprio comportamento. Alcune persone amano lavorare in vacanza magari perché proprietari di un'azienda, responsabili di un progetto o altre ragioni. Altri hanno piacere di sentire i propri colleghi e sapere come procede la vita in ufficio. Altri ancora preferiscono staccare completamente e non sentire più nessuno fino al loro ritorno. 
 
Quando l'ufficio chiama in vacanza si interrompe quella sensazione di pace, benessere e relax che si stava creando e la mente viene subito riportata alla scrivania. Voi a che tipologia appartenete?
 
A) Non potete staccare dal vostro lavoro per nessun motivo.
B) Siete raggiungibili in caso di emergenza e vi aggiornate su quello che accade.
C) Nessun tipo di contatto.
 

"In vacanza con i social."

 
Oltre al contatto con il posto di lavoro esistono i contatti con i social network.
Ultimamente sempre più spesso le persone in vacanza non possono fare a meno di smartphone, laptop e tablet per aggiornare i propri stati Facebook, Twitter o Instagram.
 
google.ch
 
"Perché non pubblicare quella bellissima fotografia in riva al mare? e il piatto tipico spagnolo che ho mangiato a cena? Da fare invidia ad amici e parenti."
Quante volte avete pensato una frase del genere?
 
Personalmente se voglio condividere e pubblicare i miei stati, le mie fotografie non mi faccio problemi. Ma quando non voglio rendere pubblica la mia posizioe disattivo la localizzazione!
 

"Videosorveglianza & Webcam."

 
 
google.ch
 
Sempre presenti nella vita di tutti i giorni ed installate ad ogni angolo della strada, all'entrata di casa, nei negozi...ovunque! Le videocamere e le webcam osservano la vita dei passanti per ragioni di sicurezza. Ma a volte per queste ragioni accade che il video venga caricato su Youtube, mandato in onda in TV, condiviso su Facebook e tu per sbaglio ti trovi in quel video. Forse non dovevi nemmeno esserci: dovevi essere a casa malato, dovevi essere in ufficio e non con l'amante.
 
Ho avuto due esperienze molto divertenti con le webcam:
 
 
 
Chissà cosa ha pensato il resto del mondo collegato nello stesso istante ;-)
 
 
E voi come vi comportate con i social network? Cosa fate per difendere la privacy e le vacanze?
 
A presto.
Effe.

6 Responses so far.

Follow by Email

Popular Post

Translate

Powered by Blogger.

- Copyright © Swiss Ticino Life -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -